Dal momento che se ne parla così spesso ultimamente sembra strano pensare che sia nata quasi vent’anni fa. Era infatti l’inizio degli anni Novanta quando si pensò di applicare le tecnologie dell’automazione industriale in ambito domestico, sfruttando i grandi progressi compiuti nel campo dell’elettronica e dell’informatica.

Da questo momento in avanti, la domotica non ha fatto che proporre novità sempre più sbalorditive, tanto che oggi, nel momento in cui, per scelta o per necessità, si decide di ristrutturare casa, optare per l’installazione di un impianto domotico può assicurare notevoli vantaggi. Ecco allora 5 buoni motivi per scegliere la domotica per la propria casa nuova.

 

Sicurezza, controllo ed efficienza al tuo servizio:
scarica la guida completa sulla domotica!

 

1) Semplicità

La prima ragione per far entrare la domotica in casa vostra è, per certi versi, la più banale: i dispositivi domotici sono di facile utilizzo: basta configurarli e il grosso del lavoro è già fatto.
Altro aspetto molto importante è che ogni dispositivo può svolgere più funzioni, il che, oltre ad assicurare una maggiore comodità di utilizzo, permette anche di risparmiare sulla quantità di dispositivi da installare in casa, come avviene ad oggi per gli impianti tradizionali.

2) Sicurezza

Il secondo motivo per scegliere un impianto domotico è la sicurezza. Le nuove tecnologie del settore garantiscono livelli di sicurezza sempre più alti sia in caso di situazioni accidentali, come una perdita o una fuga di gas, sia in caso di intrusioni o tentativi di effrazione, dal momento che è possibile collegare il sistema di allarme direttamente con l’unità centrale che governa le diverse funzionalità della casa.

I device domotici più avanzati permettono infatti non solo di rilevare situazioni a rischio, ma anche di segnalarle immediatamente all’utente e di mettere in atto, in modo automatico, le dovute precauzioni, come può essere l’interruzione della fornitura dell’acqua in caso di allagamento o la chiusura del contatore del gas se è presente una fuga.

Con tali premesse è chiaro che la domotica diventa un prezioso alleato anche per le categorie più vulnerabili, come anziani o disabili, assumendo così anche un’importante valenza sociale.

3) Comfort

La domotica rende più semplice il nostro vivere quotidiano all’interno delle mura domestiche. Il che significa non solo che attraverso un semplice dispositivo di utilizzo giornaliero, come il nostro smartphone o tablet, è possibile controllare le diverse funzionalità della casa ma anche che la quasi totalità dei dispositivi che afferiscono al settore della domotica sono progettati proprio per aumentare il nostro benessere. Basti pensare ai device che controllano la qualità dell’aria o la potenza dell’illuminazione, aspetti fondamentali per garantire la vivibilità in casa.

4) Risparmio energetico

Un’altra buona ragione per installare un impianto domotico nel momento in cui si deve ristrutturare casa consiste nel fare un investimento che permette di risparmiare molto, sia in termini di costi sia di consumi energetici. I dispositivi che permettono un’effettiva automazione delle funzioni domestiche, infatti, sono in grado di ridurre i costi di gestione fino al 30%. Basti pensare ad esempio a un device come il cronotermostato, che evita gli sprechi prelevando la potenza elettrica in base a tariffe orarie o ai sistemi di erogazione del riscaldamento o dell’aria condizionata.

5) Agevolazioni fiscali

Da ultimo, optare per la domotica permette di godere del bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie, che consente di usufruire della detrazione IRPEF per la sostituzione dell’impianto elettrico o per la sua messa a norma. Possono essere detratte anche le spese riguardanti gli interventi sul sistema d’allarme e sull’interruttore differenziale, oltre a quelle che interessano la progettazione e l’esecuzione dei lavori, incluso l’acquisto dei materiali.

Conclusioni

Installare un impianto domotico rappresenta senza dubbio un importante investimento, perché i costi di un impianto di questo genere sono un più elevati rispetto a quelli di uno tradizionale. Tuttavia, come abbiamo visto, il denaro che è stato investito a favore della domotica può essere recuperato risparmiando sulle bollette dell’energia elettrica e del gas. C’è quindi un importante ritorno economico a seguito della scelta di un impianto tecnologicamente più avanzato. Senza contare, infine, l’aumento del valore commerciale che presenta una casa in cui è installato questo tipo di impianto.